Sicilia, TRASPORTO LOCALE PER STUDENTI. Fava: “Governo riveda criteri”

In Politica by Roberto Cristiano

La scelta del governo regionale sui rimborsi per le spese ditrasporto degli studenti è inaccettabile, incomprensibile eprobabilmente illegittima, perché introdurre una soglia di reddito peraccedere ai benefici significa violare lo spirito della legge ecolpire il diritto allo studio per centinaia di ragazzi e ragazze,scaricando sui comuni spese essenziali, addirittura operando unascelta retroattiva che si abbatterà su enti locali già al collasso.Ancora più grave la situazione che si verrà a creare per le famigliedegli studenti delle isole minori che non hanno alternativaall’utilizzo del mezzo collettivo per raggiungere le scuole.  Assistiamo attoniti a misure che non hanno una logica se non quelladi raschiare il fondo del barile della spesa pubblica mentre risorseeconomiche imponenti si sprecano in iniziative che non garantiscononessun ritorno sociale o economico alla Sicilia ma solo un premio aquesto o quel deputato di una maggioranza raccogliticcia.Chiediamo che il governo Musumeci ritorni rapidamente sui propripassi, ritirando le disposizioni emanate e rimpinguando i capitoli dispesa per garantire un reale ed effettivo diritto allo studio.”
Lo dichiara Claudio Fava, deputato regionale dei CentoPassi, che preannuncia un’interrogazione urgente sulla vicenda.