Tutto sul Salone del Mobile 2021: eventi, novità, date ufficiali

In Politica by Roberto Cristiano

L’evento internazionale più atteso dagli amanti dell’arredamento e dell’ interior design ritorna con una versione diversa dalle precedenti. Parliamo del Salone del Mobile, che si tiene a Milano dal 5 al 10 settembre 2021. La notizia è ancora più importante dopo che, a causa della pandemia, l’edizione del 2020 è stata annullata. D’altronde il mondo dell’arredamento e del design ha bisogno di tutti i cinque sensi per essere vissuto pienamente e una versione completamente digitale avrebbe privato il Salone della sua essenza.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella inaugura il Supersalone

Finalmente si è aperto il sipario della nuova edizione del Salone del Mobile 2021. Il taglio del nastro si è svolto con la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, accolto da Carlo Bonomi, Presidente della Fiera Milano e Presidente di Confindustria, Maria Porro, Presidente del Salone, Claudio Feltrin, Presidente di FederlegnoArredo, il Sindaco di Milano Beppe Sala, il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e Renato Saccone, Prefetto di Milano. A rendere ancora più emozionante la cerimonia, Marco Mengoni che ha intonato l’Inno di Mameli davanti al Presidente della Repubblica e tutti i presenti.

Le parole del Presidente Sergio Mattarella hanno dato via a una delle edizioni più importanti, per quanto riguarda la ripresa del settore e dell’economia italiana:

«Desidero esprimere l’apprezzamento e gli auguri per il Salone e la Fiera. Questo è un appuntamento di particolare importanza, abitualmente. Un punto di riferimento mondiale per il settore, in cui il Paese è all’avanguardia. Questa occasione, che raccoglie coraggio di impresa, creatività e cultura, è di straordinario significato in questo momento, per il rilancio e la ripresa del Paese».

Salone del Mobile: per la prima volta presenti tutte le categorie merceologiche

Gli organizzatori per la prima volta hanno deciso di riunire tutte le categorie merceologiche, proprio per sottolineare come la ripartenza deve coinvolgere tutti gli operatori del settore. Il pubblico, che arriva da tutto il mondo, può dunque godersi nel 2021 anche gli eventi più specifici, che solitamente hanno cadenza biennale: dal Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, fino al Salone Internazionale del Bagno, Eurocucina, Euroluce, fino agli eventi di carattere più innovativo come Workplace 3.0 e FTK-Technology for the Kitchen, ma anche Salone Satellite, dedicato ai nuovi talenti del design, ed S-Project, una nuova modalità espositiva trasversale pensata per valorizzare a 360° le proposte delle aziende.

Insomma, è un’occasione per ritrovarsi e ripartire tutti insieme. «Poter realizzare il Salone il prossimo anno è priorità assoluta per tutti noi che viviamo di design. –  aveva confermato Carlo Liuti mesi fa – Ci saremo e saremo ancora più belli e motivati come motivate sono le imprese che stanno lavorando per progettare e produrre le migliori proposte possibili. Dopo un così lungo tempo di distanziamento fisico e sociale in ogni ambito vorremmo poter pensare al Salone dell’incontro e del confronto reale, e poter tornare a emozionarci insieme con una città animata di nuovi propositi».

Stefano Boeri è il curatore dell’Evento Speciale 2021

Insieme a giovani professionisti, architetti e designer di fama mondiale, Stefano Boeri cura il nuovo concept dell’evento, che si diffonde anche nelle vie di Milano. Nella settimana tra il 5 e il 10 settembre il capoluogo lombardo vive una sorta di Salone diffuso, una ventata di design e creatività che percorre il centro, cruciale dopo un anno di restrizioni e limitazioni. Non mancano percorsi tematici, installazioni e altri progetti che dialogano tra loro.

Il Salone 2021 si rivolge quindi, non solo a chi opera nel settore, ma anche al grande pubblico. Spicca una enorme esposizione dedicata al design, dove le aziende presenteranno i loro nuovi prodotti, i visitatori possono accedere agli eventi e acquistare i pezzi d’autore a un prezzo vantaggioso, un modo unico e particolare per arredare la propria casa con stile. Parte del ricavato andrà in beneficienza. Per prenotare il proprio prodotto si può usare un Qr Code, il pezzo d’autore si può ritirare direttamente in negozio.

Si tratta di un progetto unico nel suo genere perchè la mostra consente alle aziende del settore di proporre la produzione dell’ultimo anno e mezzo in un contesto che punta a catturare l’attenzione e le emozioni del pubblico. Il prestigioso architetto Stefano Boeri ha annunciato anche che «Oltre alle recenti e migliori innovazioni delle aziende, saranno ospitati i prodotti di design di alta qualità in vendita a prezzi dedicati all’occasione, per rispondere al desiderio espresso oggi da migliaia di famiglie e aziende di ripensare gli spazi della casa e del lavoro».

Il progetto era stato presentato ufficialmente presso la Triennale di Milano da Claudio Feltrin, presidente di Federlegno Arredo, Stefano Boeri e i cinque co-progettisti: Maria Cristina Didero, Anniina Koivu, Andrea Caputo, Lukas Wegwerth. Con loro lavoreranno anche Marco Ferrari ed Elisa Pasqual dello Studio Folder. La squadra lavorerà per creare un’esperienza unica nel suo genere, che si slega dalle precedenti edizioni. Ecco perchè quest’anno l’evento prende il nome di Supersalone.

La Triennale per l’occasione si trasforma in un luogo di incontro e scoperta, dove viene anche ospitata una Mostra dedicata al Salone del Mobile.

Via, gli stand tradizionali e spazio alla fluidità degli spazi, dove gli ambienti della casa di mischiano, proprio come è successo nell’ultimo anno di pandemia. Ogni padiglione è pensato per essere riusati, ci saranno una zona relax, un’altra dedicata al buon cibo e altri spazi per eventi e incontri. Inoltre, è stata creata una zona verde composta da 200 alberi. Accanto agli eventi dal vivo, il 30 giugno ha debuttato anche la piattaforma digitale, che permette di partecipare anche a chi è fisicamente lontano.

Presentazione del Salone del Mobile dal 5 al 10 settembre 2021 a Milano

La sessantesima edizione del Salone del Mobile assomiglia più a un’esperienza multisensoriale che a una fiera e caratterizzata da diverse novità. Innanzitutto, non si tiene come di consueto ad aprile, ma qualche mese più tardi, ovvero a settembre: ciò permette di avere più tempo per gestire tutti gli eventi e garantire massima sicurezza durante lo svolgimento dell’intera manifestazione. In questo modo si vuole anche evitare di rimandare ulteriormente il Salone, che ha già subito una sofferta sospensione quest’anno. Se le date di riferimento cambiano, la location è sempre la stessa: l’appuntamento sarà quindi presso i padiglioni di Fiera Milano a Rho.

Claudio Liuti, ex Presidente della manifestazione aveva confidato qualche mese fa: «Dopo aver raggiunto la miglior soluzione possibile grazie alla collaborazione di Fiera Milano, possiamo confermare la nuova data: confidiamo che lo slittamento a settembre 2021 possa lasciare i giusti tempi per superare la fase ancora acuta della pandemia e rappresentare davvero una ripartenza reale a livello globale».

Il testimone per l’edizione 2021 a partire dal luglio è passato a Maria Porro, neo-presidente del Salone del Mobile. Ecco le sue prime affermazioni dopo la nomina:

«Da bambina accompagnavo mio nonno Carlo nei padiglioni della sede storica, ho vissuto il trasferimento nei nuovi spazi di Rho e partecipato con entusiasmo al Salone di Shanghai. Oggi sono onorata di assumere questo ruolo in un momento cruciale di trasformazione e ringrazio chi mi ha sostenuto sperando di dimostrarmi all’altezza di una manifestazione che annovera una storia di grandi successi».

Non rimane che seguire il Salone e scoprire tutte le nuove tendenze dell’abitare.