Il bar di “Amici miei” riapre a Firenze? Il progetto

In Cronaca by Roberto Cristiano

Diventato il luogo simbolo di una delle commedie italiane più amate di tutti i tempi, il Bar Necchi potrebbe presto riaprire i battenti. In molti lo ricordano come il punto di ritrovo dei protagonisti di “Amici miei”, ed è proprio in onore di quei tempi lontani che il bar tornerebbe in vita. Il progetto è davvero curioso.

Bar Necchi, il progetto per riaprirlo

Ad aver avuto l’idea di riaprire lo storico bar di “Amici miei” è stato l’imprenditore fiorentino Riccardo Minetti, che si identifica nei panni di un novello Conte Mascetti. Siamo a Firenze, e più precisamente in Via de’ Renai 17: qui, ad un tiro di schioppo da Ponte Vecchio, si trova quel locale che, nel 1975, ha visto fior di telecamere per le riprese di uno dei film cult italiani. È tra le sue mura che i protagonisti del capolavoro di Monicelli progettavano le loro “zingarate”.

Per diversi anni, il bar ha accolto i turisti e i curiosi alla ricerca delle stesse atmosfere del film. Poi è passato sotto una nuova gestione, e vi è rimasto fino a pochissimo tempo fa. Ora l’attività è in vendita a seguito di fallimento, e Minetti vorrebbe prenderla in mano per farne un vero e proprio tempio in omaggio ad “Amici miei” e ai suoi celebri protagonisti.

L’imprenditore ha dato vita ad un crowdfunding per raccogliere i soldi necessari ad acquistare il Bar Necchi, circa 20mila euro. In cambio, si possono ottenere ricompense che vanno da t-shirt e felpe ad adesivi e libri. L’iniziativa è sicuramente molto interessante, soprattutto per i tantissimi cultori del cinema italiano che vogliono tornare ad avere un punto di riferimento in quel di Firenze.

L’omaggio ad “Amici miei”

Ma il Bar Necchi non è l’unico omaggio che Riccardo Minetti ha voluto dedicare al celebre film. Qualche anno fa, a pochi passi dallo storico locale di Firenze che ospitava i protagonisti di “Amici miei”, l’imprenditore ha aperto un negozio decisamente particolare. Il Supercazzola Store è la versione “analogica” dell’e-commerce che aveva già messo in piedi in precedenza: nel locale si vendono ovviamente prodotti ispirati all’opera di Monicelli, ma non solo.

Vi sono infatti centinaia di gadget provenienti dal mondo della commedia all’italiana, che vedono protagonisti alcuni dei nomi più importanti del nostro cinema. Da Alberto Sordi a Lino Banfi, da Paolo Villaggio alla mitica coppia formata da Bud Spencer e Terence Hill: c’è solo l’imbarazzo della scelta