Covid. De Luca vieta le feste nei locali al chiuso

In Cronaca by Eugenio Bernardo

Vincenzo De Luca continua a chiudere la Campania per evitare una impennata dei contagi da covid. Il governatore vieta in tutta la regione le feste nei locali al chiuso ma salva pranzo e cene. In una ordinanza dispone il divieto di svolgimento di feste scolastiche, di laurea o di compleanno in locali al chiuso “in conseguenza dell’evoluzione della situazione epidemiologica”.

L’ordinanza stabilisce che sono vietate “feste ed eventi consimili in sale da ballo, discoteche e locali assimilati”. Sono consentite “il solo svolgimento di pranzi o cene, nel rispetto dei protocolli vigenti, nonché di altri eventi esclusivamente in forma statica, con posti seduti e preassegnati e con obbligo di indossare la mascherina per tutta la durata dell’evento”. “Si ricorda inoltre che in Campania l’uso delle mascherine anche all’aperto, che viene introdotto in altre regioni, è rimasto obbligatorio per tutto l’anno, anche nei mesi estivi. Si sollecita un controllo, anche con sanzioni, che per ora è rimasto assolutamente inadeguato, da parte delle forze dell’ordine e delle polizie municipali”.

Una decisione legata alla “crescita abnorme di contagi registrati nelle ultime tre settimane e segnalata dalle autorità sanitarie, con particolare incremento relativo alle fasce di età giovanili, si sono rese indispensabili misure di contenimento e di divieto di feste al chiuso – che continuano irresponsabilmente – con particolare riferimento a feste scolastiche, feste di laurea, di compleanno e simili. Si ricorda inoltre – spiega De Luca –  che in Campania l’uso delle mascherine anche all’aperto, – che viene introdotto in altre regioni – è rimasto obbligatorio per tutto l’anno, anche nei mesi estivi. Si sollecita un controllo, anche con sanzioni – che per ora è rimasto assolutamente inadeguato – da parte delle forze dell’ordine e delle polizie municipali”, conclude De Luca. Questa restrizione che si aggiunge a quella già varata da De Luca che già ha vietato feste e gli spettacoli di piazza nel periodo natalizio e per l’ultimo dell’anno.