Bari: 87enne uccisa in casa, condannato all’ergastolo il figlio

In Cronaca, Giudiziaria, Italia by Luca Teolato

Si è concluso davanti alla Corte d’Assise di Trani il processo per l’omicidio dell’87enne Teresa Di Palma, di Corato (Bari), trovata morta nella sua abitazione l’11 giugno 2017: i giudici hanno condannato all’ergastolo il 54enne coratino figlio della donna, unico imputato. Stando alle indagini svolte dai carabinieri e ai risultati dell’autopsia, l’anziana venne soffocata probabilmente usando un cuscino. “Diversi elementi sono risultati determinanti nella sentenza di ergastolo. In particolare, la perizia tecnica del medico legale del Policlinico di Bari che, dinanzi alla Corte d’Assise di Trani, ha argomentato e ristretto l’orario del decesso in un arco temporale ben definito, tra le 20,30 e 23,30 del 10 giugno 2017”, ricordano i carabinieri in una nota. “Inoltre, tramite l’analisi dei dati estrapolati dai tabulati telefonici e dei tabulati gps dell’autovettura ha definito, in quelle ore, la presenza dell’imputato sul luogo del delitto. Le due circostanze hanno così portato alla definizione di una triste vicenda che ha coinvolto tutta la comunità coratina e su cui la Procura di Trani ha fatto luce”, concludono gli investigatori.