Consegnati i doni sospesi di ANT

In Cronaca by Roberto Cristiano

L’emergenza Covid-19 non è ancora finita: gli oltre 250 medici e infermieri di Fondazione ANT sono tuttora in prima linea per continuare a curare a casa quotidianamente 3.000 persone malate di tumore, i pazienti più fragili in questo momento.

In occasione del Natale, a Napoli e Caserta è tornata l’iniziativa del Dono Sospeso che prendendo spunto dal tradizionale “caffe sospeso”, ha visto aziende e cittadini sostenere Fondazione ANT e allo stesso tempo consegnare dolcezza e solidarietà a chi ha vissuto un Natale meno felice.

In Campania il Dono Sospeso ha trovato tantissimi alleati, aziende e privati cittadini che hanno scelto di donare ad ANT il corrispettivo di un dono natalizio e che ha pernesso di portare, con un solo gesto, sostegno ai pazienti oncologici che i medici e gli infermieri ANT assistono a domicilio ogni giorno, ma non solo. Grazie alla straordinaria generosità di tanti donatori, infatti, in occasione dell’Epifania, le delegazioni campane di ANT hanno consegnato panettoni, pandoro, cioccolatini e torroncini ad alcune delle realtà più meritevoli che a Napoli e Caserta si occupano di accoglienza e di sostegno a persone bisognose: la Comunità di Sant’Egidio, la Parrocchia di San Carlo Borromeo alle Brecce e l’Associazione “L’Angelo degli Ultimi” .