Covid. Speranza: Fase nuova con molte complessità

In Politica, Salute by Eugenio Bernardo

“Non c’è alcun dubbio che siamo in una fase epidemica nuova e densa di molte complessità, dovute in primis all’impatto della variante Omicron che ha provocato la crescita dei casi a livello nazionale e mondiale”. Sono le parole del ministro della Salute Roberto Speranza, rispondendo al Question time alla Camera.

“Monitoriamo con grande attenzione il dato delle ospedalizzazioni e c’è una dato con cui dobbiamo fare i conti: il rapporto casi e ospedalizzazioni è radicalmente cambiato in questa stagione grazie all’altissimo tasso di vaccinazione del Paese”. “L’obbligo di vaccino sopra i 50 anni ha l’obiettivo di ridurre l’area dei non vaccinati che sono particolarmente esposti a malattia grave e ospedalizzazione. Quel 10% di non vaccinati comporta i due terzi degli ingressi in terapia intensiva e il 50% in area medica. Ridurre l’area dei non vaccinati significa abbassare la pressione sugli ospedali, salvare vite umane e consentire al Paese di ripartire dal punto di vista economico e sociale”.

In Italia, continua il ministro, “siam arrivati all’89,58% di prime dosi. Questo ha una conseguenza, ad un aumentare di casi non corrispondono le ospedalizzazioni. Basti ricordare che nell’ultima finestra dei dati dell’Iss emerge che i due terzi degli ingressi in terapia intensiva avvengono da parte di non vaccinati, il 50% che entra in area medica è non vaccinato. Il 10% di italiani che non è non vaccinato, ha quindi un impatto sulle nostre strutture ospedaliere. E ieri abbiamo raggiunto il numero più alto di vaccinazioni in 24 ore con circa 700mila dosi. Sono numeri incoraggianti”, ribadisce Speranza, rispondendo al question time in Aula alla Camera.

“A questa mattina alle 6 il numero dei Green pass scaricati è di 194 milioni, a testimonianza di uno strumento che è ormai entrato nella consuetudine dei nostri concittadini”, ha detto il ministro rispondendo sulle criticità emerse nella revoca del Green Pass dopo la positività al virus e la riattivazione una volta guariti. Il Governo continuerà a puntare sul Green Pass, c’è stata una estensione del suo utilizzo. La strategia del Governo è continuare a puntare sul certificato verde”.