Nuovo romanzo di Emiliana Erriquez, “La chiamavano Nocciolina” (Les Flaneurs Edizioni”)

In Libri by Roberto Cristiano

Foggia, un racconto di famiglia, l’omaggio a una madre

Elena, da tutti conosciuta come Nocciolina, nasce a Foggia in una famiglia numerosa all’indomani del secondo conflitto mondiale. Confinata nel proprio quartiere, sperimenterà sulla propria pelle le difficoltà del dopoguerra, soffocando sogni, desideri e impulsi. Nonostante il destino la costringa a confrontarsi con drammi familiari (la rinuncia agli studi per via delle ristrettezze economiche, la gelosia del padre) e tragedie storiche (il crollo di Palazzo Angeloni, il terremoto dell’Irpinia), Nocciolina riuscirà a diventare una donna forte e indipendente, un punto di riferimento per la sua famiglia e per i pazienti della clinica psichiatrica in cui, sfidando la mentalità del tempo, ha deciso di lavorare. La chiamavano Nocciolina non è una biografia né un diario, ma ha qualcosa di entrambi.