Educazione civica: il modello siciliano destinato a fare scuola

In Cronaca by Roberto Cristiano

È destinato a fare scuola il progetto siciliano di sussidiarietà nell’insegnamento trasversale dell’Educazione Civica focalizzato sulla salute come bene comune e realizzato da Ufficio Scolastico Regionale (USR), Rete Civica della Salute (RCS) e Conferenza dei Comitati Consultivi delle Aziende sanitarie e ospedaliere (CCA).

È quanto viene sottolineato negli interventi istituzionali che aprono il ciclo di webinar destinati ai docenti degli istituti superiori di II grado della regione e ai tutor volontari che li affiancheranno.

Barbara Floridia, sottosegretaria al Ministero dell’Istruzione, rivendica come motivo d’orgoglio che una sperimentazione così avanzata si realizzi nella “sua” Sicilia e ne rilancia il valore come passaggio di concreta attuazione del Piano Rigenerazione Scuola per la transizione ecologica e culturale voluto dal Governo. «Sono felice di aver preso parte al webinar che inaugura il ciclo di incontri dedicati alla salute intesa come bene comune che rappresenta il nucleo dell’insegnamento trasversale di Educazione Civica. Il nostro impegno deve muoversi alla luce degli Obiettivi di Agenda 2030 e del Piano Regionale di Prevenzione. Ringrazio la Rete Civica della Salute e l’Ufficio Scolastico Regionale per aver intrapreso questo significativo percorso formativo che ha l’obiettivo di assicurare omogeneità ed equità didattica in tutte le scuole».