Cocaina a casa di Tommaso Cerno

In Cronaca by Roberto Cristiano

Quattro consegne di cocaina tra settembre e ottobre del 2019 presso la sua abitazione. Quantitativi imprecisati, con l’eccezione di un caso dove è stato appurato il controvalore della merce: 930 euro. È Tommaso Cerno, senatore del Pd, il politico citato, ma non indagato, nell’inchiesta sul traffico internazionale di stupefacenti che coinvolge anche la sorella di Ornella Muti, Claudia Rivelli, 71 anni.

Tommaso Cerno compare come presunto cliente della cosiddetta “famiglia romana“, nome d’arte del duo Danny Beccaria e Clarissa Capone. Proprio quest’ultima effettuava le consegne a domicilio presso l’abitazione del giornalista ed ex direttore dell’Espresso, che non figura però come acquirente diretto bensì con il tramite di un altro soggetto identificato, un ragazzo che all’epoca era il suo compagno.