Maxi sequestro da 800 milioni di euro a tre imprenditori calabresi

In Cronaca, Italia by Alessandro Triolo

La Guardia di Finanza, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro, ha eseguito un sequestro di beni per circa 800 milioni di euro, riconducibili ai tre fratelli Perri, imprenditori di Lamezia Terme e proprietari di molteplici attività imprenditoriali sparse sul territorio calabrese. Sequestrato il centro commerciale “Due Mari” a Maida, provincia di Catanzaro, il più grande in Calabria, oltre a 19 ipermercati, 34 partecipazioni a società calcistiche, concessionarie di auto e moto, ville e auto di lusso, conti bancari intestati ad altri familiari. Le indagini sono state portate avanti dagli uomini del Gico – Gruppi d’Investigazione sulla Criminalità Organizzata – e dal Nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di finanza. Il centro commerciale e tutte le altre attività imprenditoriali dei fratelli Perri, nonostante i provvedimenti di sequestro, rimarranno aperte e saranno gestite da amministratori giudiziari nominati dal Tribunale di Catanzaro.