Mafia: Dda Catanzaro sequestra beni a narcotrafficante per 1,3 milioni

In Cronaca, Italia by Luca Teolato

Il Tribunale di Catanzaro, accogliendo la richiesta della direzione distrettuale antimafia diretta dal procuratore Nicola Gratteri, ha fatto sequestrare beni per 1,3 milioni di euro al narcotrafficante internazionale Francesco Ventrici, di origini vibonese e da tempo residente nella città felsinea. Si tratta di un soggetto coinvolto in diversi procedimenti penali per l’importazione di ingenti quantità di stupefacenti dal nord America ed attualmente in carcere per una condanna fino al 2045. Verificando la sproporzione evidente tra le fonti di reddito ed il patrimonio accumulato dal soggetto, i finanzieri del capoluogo calabrese e quelli di Bologna hanno sottoposto a vincolo patrimoniale un terreno in provincia di Vibo Valentia e 2 fabbricati di pregio in provincia di Bologna. Lo stesso provvedimento era stato già chiesto nel 2014 dall’autorità giudiziaria di Bologna ma annullato dalla Cassazione che aveva sancito la competenza nel merito della Procura catanzarese.