Amministrative. Il centro sinistra vince ai ballottaggi. Caporetto per il centrodestra

In Politica by Eugenio Bernardo

Il Centrosinistra vince quasi tutti gli scontri nel turno di ballottaggio alle elezioni Comunali 2022. Sul voto ha inciso l’astensionismo che si conferma primo partito: secondo il dato definitivo riferito dal Viminale, nei 59 comuni al ballottaggio la percentuale di italiani che si è recata al voto è stata pari al 42,16%, al primo turno aveva votato il 54,77% degli aventi diritto.

Il centrosinistra vince diverse delle principali sfide nei capoluoghi di provincia, mentre il centrodestra non sfonda dove si è presentato diviso. Il risultato più significativo è quello di Verona, dove l’ex calciatore Damiano Tommasi scalza il primo cittadino uscente, Federico Sboarina, il candidato voluto da Giorgia Meloni che, dopo il primo turno, ha rifiutato l’apparentamento con l’ex sindaco Flavio Tosi. Una scelta che non è stata premiata dall’urna. Il centrosinistra riconquista dopo 24 anni Parma e vince a Monza, Piacenza, Alessandria, Catanzaro e Cuneo. Il centrodestra si accontenta delle vittorie a Frosinone, Barletta, Lucca e Gorizia. A Como e Viterbo vincono i candidati civici. In totale, cinque capoluoghi cambiano amministrazione da centrodestra a centrosinistra (Verona, Monza, Alessandria, Piacenza e Catanzaro) e uno da centrosinistra a centrodestra (Lucca).

Dei 26 capoluoghi di provincia andati al voto, contando anche il primo turno, 13 vanno al centrodestra, 10 al centrosinistra e 3 alle liste civiche. Nelle precedenti elezioni il centrodestra ottenne 17 sindaci, il centrosinistra 5, le liste civiche 4. Le città guidate dal centrodestra sono Palermo, Lucca, Belluno, Barletta e conferma i comuni di Genova, L’Aquila, La Spezia, Pistoia, Asti, Rieti, Frosinone, Oristano, Gorizia. Il centrosinistra strappa i sindaci di Catanzaro, Lodi, Alessandria, Parma, Piacenza, Verona, Monza e conferma i comuni di Padova, Taranto e Cuneo. Le liste civiche conquistano Como e Viterbo, guidate precedentemente dal centrodestra e confermano il comune di Messina. M5s conferma il solo sindaco di Mottola in Puglia. Gli ex comuni pentastellati di Carrara, Fabriano, Santerano vanno al centrosinistra; Canosa e Ardea vanno al centrodestra; Guidonia e Acqui Terme a liste civiche.