Dl Aiuti alla Camera dei Deputati: C’è la fiducia del Governo. Il voto in diretta

In Politica by Eugenio Bernardo

Arriva alla Camera dei Deputati il decreto Aiuti già approvato in Consiglio dei ministri già a Maggio, l’impianto è rimasto pressoché lo stesso. E’ iniziata in Aula la chiama per appello nominale sulla questione di fiducia, posta dal Governo, sull’approvazione, senza emendamenti, subemendamenti ed articoli aggiuntivi, dell’articolo unico del disegno di legge di conversione in legge del decreto legge 17 maggio 2022, n. 50, recante misure urgenti in materia di politiche energetiche nazionali, produttività delle imprese e attrazione degli investimenti, nonché in materia di politiche sociali e di crisi ucraina, nel testo delle Commissioni.

La votazione è palese ed avviene per appello nominale: ciascun deputato sfila davanti al banco della presidenza e dichiara il proprio voto ad alta voce. Il provvedimento a Montecitorio passerà senza troppi scossoni dopo il faccia a faccia tra il leader di M5s Giuseppe Conte ed il premier Mario Draghi. “Ok la fiducia al Governo, vogliamo collaborare: Voteremo la fiducia alla Camera, al Senato vedremo”, ha detto oggi Giuseppe Conte, parlando del decreto “Diamo la fiducia oggi a questo governo – ha detto in Aula il deputato M5S Luigi Gallo – ma attendiamo delle risposte: ci aspettiamo misure a lungo termine che consentano ai cittadini di superare un momento di crisi così lungo, la conferma del reddito di cittadinanza senza se e senza ma, il salario minimo, il superbonus e lo stop alla speculazione sul prezzo del gas”. Al Senato, la prossima settimana, i parlamentari 5Stelle potrebbero uscire dall’Aula al momento di esprimersi sul testo.