Clima, Guterres: “Segnali d’allarme ovunque, fare sul serio e agire”

In Mondo by Luca Teolato

“Vediamo segnali di allarme in ogni continente e regione, temperature elevate, scioccante biodiversità che si perde, aria e acque inquinate, disastri legati al Clima a ogni angolo”, ha sottolineato il segretario generale della Nazioni unite, Antonio Guterres, all’Assemblea generale, sottolineando che la conferenza sul Clima Onu a Glasgow di novembre è vicina, mentre le nazioni sono “apparentemente lontane anni luce dal raggiungimento degli obiettivi”: “Dobbiamo fare sul serio e dobbiamo agire in fretta”. 

Il segretario Onu intervenendo alla 76ma Assemblea generale a New York ha messo in guardia dai rischi di ignorare gli allarmi degli scienziati sul clima. “Abbiamo bisogno di un taglio del 45% delle emissioni entro il 2030. Un recente rapporto delle Nazioni Unite ha chiarito che se non presentiamo impegni sul clima, le emissioni aumenteranno del 16%, entro il 2030, il che ci condannerebbe a un inferno, con aumenti della temperatura di almeno 2,7 gradi rispetto ai livelli preindustriali”, ha dichiarato allarmato, insistendo che vanno rispettati gli impegni di ridurre le temperature di 1,5 gradi e di sostenere il finanziamento ai paesi in via di sviluppo per garantire la transizione finanziaria.

“Il mio messaggio a tutti gli stati membri è di non aspettate per fare la prima mossa. Fate la vostra parte”, ha proseguito Guterres. “Invece dell’umiltà e della solidarietà, di fronte a queste epiche sfide sentiamo delle omelie. Siamo in un vicolo cieco verso la distruzione”, ha dichiarato in tono grave, Guterres, insistendo sul fatto che a poche settimane dalla Cop26 di Glasgow si è “lontani anni luce dal raggiungimento degli obiettivi prefissati”.