Mattarella: I magistrati rifuggano da logiche corporative

In Politica by Eugenio Bernardo

“Il filo rosso che deve caratterizzare ogni presa di posizione del magistrato è il senso profondo di un’etica della professione, serve onestà intellettuale, equilibrio, e impone di rifuggire da logiche corporative”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al Quirinale dove ha ricevuto i referendari di nuova nomina della Corte dei Conti. “Stiamo attraversando tempi straordinari, le ingenti risorse del Pnrr impongono un volume considerevole di investimenti”, ha poi ricordato Mattarella.