Torre del Greco. Bimbo annegato: fermata la mamma per omicidio volontario

In Cronaca by Eugenio Bernardo

La mamma del bambino di 2 anni morto annegato in mare ieri sera, a Torre del Greco, intorno alle 22.30 in via Calastro, località Scala, è stata fermata con l’accusa di omicidio volontario. Il decreto di fermo è stato emesso dalla Procura di Torre Annunziata.

Le indagini, condotte dai Carabinieri della Sezione operativa della Compagnia di Torre del Greco, hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico della donna 40enne autrice del macabro omicidio. La mamma del bambino riteneva che il figlio fosse affetto da problemi di ritardo mentale e per lo avrebbe ucciso. La donna, trovata ieri sera in mare con il figlio tra le braccia dopo l’allarme lanciato dal marito, è stata interrogata nella caserma dei Carabinieri dal pm della Procura di Torre Annunziata il quale, al termine dell’interrogatorio, ha emesso il fermo. La donna, dopo le formalità di rito, sarà portata nel carcere femminile di Pozzuoli.