Federcepicostruzioni: col Decreto Sostegni-ter Superbonus a rischio

In Economia by Roberto Cristiano

Il presidente di Federcepicostruzioni, Antonio Lombardi, ha inoltrato una lettera a tutti i deputati e senatori, chiedendo di modificare in fase di conversione in legge una norma del decreto-legge Sostegni-ter, destinata altrimenti a produrre gravissimi effetti sul mercato dell’edilizia, a frenare l’interesse verso il Superbonus 110% e le altre agevolazioni vigenti per le ristrutturazioni e addirittura ad aprire contenziosi sui rapporti in essere tra imprese e committenti dei lavori.

“Ci appelliamo ai nostri parlamentari – dichiara il presidente Antonio Lombardi – affinché in fase di conversione in legge del decreto, non sfuggano gli effetti devastanti di una norma, troppo superficialmente adottata dal Governo, che vanificherà del tutto quanto di importante si sta muovendo nel settore dell’edilizia, grazie ai vari incentivi e al Superbonus 110%. Per la dodicesima volta in appena un anno e mezzo, infatti, il Governo, con il decreto-legge Sostegni-ter, all’articolo 26 ha deciso di riscrivere l’art. 121 del Decreto Rilancio, vietando ulteriori cessioni del credito oltre la prima sia per il Superbonus che per gli altri bonus edilizi. Una decisione illogica, incomprensibile, che addirittura pretende di avere effetto sulle situazioni pregresse, con effetti devastanti sui rapporti in essere tra imprese e banche, e tra imprese e proprietari/condomini committenti dei lavori