Ucraina: truppe russe vicine a Kiev, invasione su tre fronti

In Mondo by Luca Teolato

Si intensificano gli scontri in Ucraina, con gli attacchi russi arrivati fino alla periferia di Kiev. Secondo quanto riferito da funzionari ucraini, le truppe russe a bordo di elicotteri stanno cercando di impadronirsi di un aeroporto alla periferia di Kiev. Mykhailo Podolyak, un consigliere presidenziale, ha detto che ci sono stati intensi combattimenti nel sito e ha chiesto ai giornalisti di lasciare l’edificio dell’amministrazione presidenziale nel centro di Kiev. Ha detto che le forze russe potrebbero tentare di entrare nell’area per rimuovere la leadership del paese. Gli attacchi aerei sono iniziati questa notte, in varie regioni dell’Ucraina, e hanno colpito la capitale e molte altre città. Funzionari ucraini hanno detto che la Russia ha attaccato su un ampio fronte lungo le frontiere del paese dalla Bielorussia a nord, la Russia a est e la Crimea controllata dalla Russia a sud. Secondo fonti ucraine, riportate dai media internazionali, strutture militari e altre infrastrutture sono state colpite vicino al confine con la Polonia, Paese membro della Nato. Gli obiettivi colpiti sono una torre della televisione nella città di Lutsk, a circa 50 miglia dalla frontiera, l’aeroporto di Lutsk e una vicina base militare. Il presidente Ucraino, Volodymyr Zelensky, ha chiesto ai cittadini con esperienza militare di unirsi alla guerra e ha detto che servono donazioni di sangue. Secondo il Governo 40 soldati sono rimasti uccisi e dozzine sono i feriti. Non si hanno notizie certe sui morti civili.