Ucraina, von der Leyen: “Putin vuol riportare indietro la storia”

In Mondo by Luca Teolato

“Non permetteremo al presidente russo Putin di sostituire lo stato di diritto con il diritto della forza”. Lo ha affermato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, in una dichiarazione alla stampa questa mattina a Bruxelles insieme all’Alto Rappresentante per la Politica estera e di sicurezza comune dell’Ue, Josep Borrell, in reazione all’attacco militare della Russia all’Ucraina. “Sappiamo – ha detto von der Leyen – che milioni di russi non vogliono questa guerra. Il presidente Putin sta cercando di riportare indietro l’orologio della storia ai tempi dell’impero russo. Ma così facendo, mette a rischio il futuro del popolo russo”.

“Faccio appello alla Russia affinché cessi immediatamente le violenze e ritiri le sue truppe dal territorio ucraino. Non permetteremo al presidente Putin – ha sottolineato la presidente della Commissione – di demolire l’architettura di sicurezza che ha dato all’Europa pace e stabilità negli ultimi decenni. Non permetteremo al presidente Putin di sostituire lo stato di diritto con il diritto della forza e l’assenza di regole”. Putin, ha continuato von der Leyen, “non dovrebbe sottovalutare la determinazione e la forza delle nostre democrazie. La storia ha dimostrato che le società e le alleanze basate sulla fiducia e sulla libertà sono resilienti e hanno successo. E questo è esattamente ciò che gli autocrati temono”. “L’Unione europea – ha concluso la presidente della Commissione – resta al fianco dell’Ucraina e del suo popolo. Continueremo a sostenerli: l’Ucraina prevarrà”.