Torteria di Chivasso, aperta in lockdown, vince in Cassazione

In Cronaca by Roberto Cristiano

La Corte di Cassazione ha annullato, senza rinvio, la conferma del sequestro preventivo della Torteria di Chivasso, in provincia di Torino, stabilita dal Tribunale del Riesame del capoluogo piemontese. Durante l’emergenza Covid, la titolare del locale si era rifiutata di abbassare la serranda. Ma, stando a quanto si legge nella nuova sentenza, non ha commesso il reato di “inosservanza dei provvedimenti dell’autorità”.

Secondo le motivazioni della Suprema Corte, riporta Repubblica, il fatto non è previsto dalla legge come reato. L’articolo 650 del codice penale stabilisce che “chiunque non osserva un provvedimento legalmente dato dall’autorità per ragione di giustizia o di sicurezza pubblica, o d’ordine pubblico o d’igiene, è punito” con “l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a euro 206”