Draghi: “Gas 5 volte più caro di un anno fa, prossime misure in coordinamento Ue”

In Italia, Politica by Luca Teolato

“Il Consiglio europeo si confronterà anche sull’aumento dei prezzi dell’energia. Dopo i picchi raggiunti due settimane fa, i prezzi del gas e dell’energia elettrica sono scesi nuovamente. Il prezzo spot del gas sul mercato europeo oggi è dimezzato rispetto alle punte di circa 200 euro raggiunte l’8 marzo. Sono però prezzi ancora molto alti rispetto ai livelli storici, più di 5 volte quelli di un anno fa”. Lo ha evidenziato il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nell’Aula della Camera nel corso delle comunicazioni sul Consiglio europeo al via da domani a Bruxelles. Draghi ha peraltro fatto rilevare che “secondo la Commissione europea, l’andamento dei prezzi italiani è in linea con quelli del resto dell’Europa” e dopo aver ricordato le contromisure adottate dall’Esecutivo con l’ultimo Dl ha puntualizzato: “Il Governo è consapevole della necessità di ulteriori interventi, ma la risposta a difesa di consumatori e imprese deve essere europea. Dobbiamo arrivare a una gestione davvero comune del mercato dell’energia. E’ auspicabile un coordinamento tra Commissione e Stati membri sulla diversificazione degli approvvigionamenti di gas, soprattutto di gas liquido”.