Zelensky: “Solo a Bucha 300 civili uccisi, troveremo colpevoli”

In Mondo by Luca Teolato

Nella sola città di Bucha sarebbero almeno 300 i civili uccisi dalle forze russe prima di ritirarsi. Ad affermarlo, secondo quanto riportato dalla Bbc, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un discorso alla nazione. “Al momento, ci sono informazioni su oltre 300 persone uccise e torturate soltanto a Bucha – ha detto Zelensky. È probabile che la lista delle vittime sarà molto più lunga tutta la città sarà stata perlustrata. E si tratta di una sola città. Ci so o informazioni secondo cui il numero delle vittime potrebbe essere anche più alto a Borodyanka e in alcune altre città liberate”.

“Stiamo facendo tutto il possibile per identificare tutto il personale militare russo coinvolto in questi crimini al più presto possibile”, ha detto il presidente ucraino. “Sarà uno sforzo congiunto del nostro stato insieme all’Unione europea e le istituzioni internazionali, in particolare la Corte Penale Internazionale”, ha aggiunto Zelensky. “This will be a joint work of our state with the European Union and international institutions, in particular with the International Criminal Court.”