Mosca: “Pronti a riprendere i negoziati con Kiev”

In Mondo by Eugenio Bernardo

Mosca è pronta a tornare al tavolo dei negoziati con l’Ucraina se Kiev sarà disponibile a farlo. Il vice ministro degli Esteri di Mosca, Andrei Rudenko, citato dall’agenzia Interfax, rilancia sui colloqui di pace per trovare una via d’uscita al conflitto con l’Ucraina. “Non siamo stati noi a interrompere il processo negoziale, ma sono stati i nostri partner ucraini a metterlo in pausa. Non appena si diranno disponibili a tornare al tavolo dei negoziati, ovviamente risponderemo affermativamente. La cosa principale è che ci sia qualcosa di cui discutere”, ha affermato Rudenko.

Ma Kiev si dice scettica sulla ripresa dei colloqui. “Oggi i negoziati con la Federazione Russa sono impossibili”, ha affermato nel corso di una trasmissione alla radio NV, è Mikhaylo Podolyak, consigliere del presidente Volodymyr Zelensky, anche perché le autorità russe stanno “vivendo nella loro propaganda” e nell’illusione di un “successo militare in Ucraina”.

“Certo, oggi i colloqui sono sospesi. La posizione del presidente è importante per noi, quando dirà che dobbiamo avviare i negoziati, per prendere alcune posizioni, lo faremo. Ma oggi è impossibile. La Russia ancora non comprende le conseguenze della guerra -ha dichiarato Podolyak- Si illude di poter ottenere certi successi militari nell’est dell’Ucraina, ma non è così”.