Ucraina, Michel accusa Russia di usare scorte grano come arma

In Mondo by Luca Teolato

Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel ha accusato la Russia di utilizzare le scorte di cibo come “un missile invisibile contro i paesi in via di sviluppo” e ha incolpato il Cremlino per l’incombente crisi alimentare globale, spingendo l’ambasciatore delle Nazioni Unite di Mosca ad abbandonare una riunione del Consiglio di sicurezza. Michel si è rivolto all’ambasciatore russo Vassily Nebenzia direttamente alla riunione del Consiglio di lunedì, dicendo di aver visto milioni di tonnellate di grano e grano bloccati in container e navi nel porto ucraino di Odessa poche settimane fa. Questo accade “a causa delle navi da guerra russe nel Mar Nero” e degli attacchi di Mosca alle infrastrutture di trasporto e agli impianti di stoccaggio del grano, e ai suoi carri armati, bombe e mine che impediscono all’Ucraina di piantare e raccogliere, ha affermato. “Il Cremlino sta usando le scorte di cibo come un missile stealth contro i paesi in via di sviluppo. Questo sta facendo salire i prezzi dei generi alimentari, spingendo le persone nella povertà e destabilizzando intere regioni. La Russia è l’unica responsabile di questa crisi alimentare”, ha detto Michel accusando le forze russe di aver rubato grano dalle aree occupate “mentre sposta la colpa sugli altri”, un atteggiamento “codardo” e “propaganda pura e semplice”.