Medvedev insulta i leader Ue: Mangiano rane e spaghetti

In Mondo by Eugenio Bernardo

“I fan europei di rane, salsicce di fegato e spaghetti” amano visitare Kiev “con zero utilità”. Dmitry Medvedev, ex presidente russo, via Twitter insulta con metafore culinarie i leader Ue Draghi, Macron e Scholz oggi in visita a Kiev. Medvedev dice che i leader Ue prometteranno all’Ucraina “l’adesione all’Ue e vecchi obici, si leccheranno i baffi con l’horilka” e torneranno a casa in treno, “come 100 anni fa”. “Tutto va bene. Ma non avvicinerà l’Ucraina alla pace. Il tempo scorre”, conclude.

Parole meno offensive arrivano dal portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, che si augura che la visita a Kiev del premier Mario Draghi, del presidente della Francia Emmanuel Macron e del cancelliere della Germania Olaf Scholz “non si concentri esclusivamente sulle spedizioni di armi in Ucraina”. Peskov ha detto che “vorrei sperare che i leader di questi tre stati, e il presidente della Romania, non si concentreranno solo sul sostegno all’Ucraina pompando ulteriormente armi”. Sarebbe “assolutamente inutile e causerebbe ulteriori danni al Paese”. Peskov suggerisce che Macron, Scholz e Draghi dovrebbero usare il loro tempo con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky per dare uno “sguardo realistico allo stato delle cose”.