Terremoto in Afghanistan: 1000 morti e centinaia di feriti

In Mondo by Eugenio Bernardo

Una violentissima scossa di terremoto di magnitudo 6.1 ha colpito ieri sera il sud est dell’Afghanistan al confine con il Pakistan. I morti accertati fino ad ora sono circa 1000 ma il numero è destinato a crescere, così come quello dei feriti, almeno 600. Il sisma ha sorpreso molte persone durante il sonno per questo il numero delle vittime potrebbe salire in modo impressionante. La scossa, secondo l’Istituto geofisico statunitense (Usgs), è stata registrata a 44 km a sudovest di Khost, vicino al confine con il Pakistan, a sud di Kabul. “Chiediamo alle agenzie umanitarie di fornire soccorsi immediati alle vittime del terremoto per prevenire una catastrofe umanitaria”, ha twittato il portavoce del governo, Bilal Karimi. 

La scossa, secondo l’Istituto geofisico statunitense (Usgs), è stata registrata a 44 km a sudovest di Khost, vicino al confine con il Pakistan, a sud di Kabul. Le aree colpite sono i distretti di Barmala, Ziruk, Naka e Gayan nella provincia di Paktika. Le immagini condivise sui social media mostrano persone su barelle, macerie e case in rovina. Il Centro Sismologico Euro Mediterraneo riporta che il terremoto è stato avvertito in un raggio di oltre 500 km, non solo in Afghanistan e Pakistan ma anche in India.