Migranti: false residenze, 49 rinviati a giudizio nel frusinate 

In Cronaca, Italia by Luca Teolato

Il comandante della polizia locale di Fiuggi, quattro agenti e un poliziotto del commissariato sempre di Fiuggi, sono indagati a vario titolo, unitamente ad altre 44 persone, per intestazione fittizia, truffa e falso in atto pubblico. A chiedere il rinvio a giudizio di tutti e 49 gli indagati, compreso anche un avvocato, e’ stata la Procura di Frosinone. L’indagine, portata avanti dall’ufficio immigrazione della questura ciociara, ha consentito di smantellare un gruppo di persone che, in stretta collaborazione tra loro, agevolavano la concessione di permessi di soggiorno a cittadini bengalesi dietro compenso. L’inchiesta, che vede coinvolti una quindicina di comuni tra il Frusinate ed il Pontino, ha consentito di accertare che i pubblici ufficiali avrebbero attestato falsamente la residenza dei richiedenti mentre altri avrebbero stilato atti pubblici irregolari che avrebbero l’avvenuto ricongiungimento con le famiglie provenienti dal Bangladesh.