Ucraina, inviato Usa: “Prove di crimini di guerra sistemici”

In Mondo by Luca Teolato

I russi hanno ucciso, torturato e rapito cittadini ucraini con una sistematicità che potrebbe veder coinvolti in crimini di guerra gli alti responsabili. A dichiararlo è stato l’ambasciatore del Dipartimento di Stato americano per la giustizia penale globale Beth Van Schaack.

Ci sono prove crescenti, ha sottolineato, del fatto che l’invasione russa dell’Ucraina “sia stata accompagnata da crimini di guerra sistemici commessi in ogni regione in cui sono state dispiegate le forze russe”. Le prove emerse nelle aree liberate rivelano attacchi “deliberati, indiscriminati e sproporzionati” contro la popolazione civile, abusi verso civili e prigionieri di guerra sotto custodia, allontanamento forzato o filtraggio di cittadini ucraini – compresi i bambini – quindi trasferimento verso la Russia, omicidi simili a esecuzioni e violenze sessuali.