I nuovi scaglioni Irpef 2022

In Economia by Roberto Cristiano

Tutto pronto per la nuova riforma fiscale: ma chi pagherà di più dopo l’introduzione dei nuovi scaglioni Irpef?

Dopo vari annunci e proclami, pare che sui nuovi scaglioni Irpef 2022 il Governo abbia trovato l’accordo. Inserita all’interno della riforma fiscale, la modifica dell’imposta sul reddito delle persone fisiche avvantaggerà però alcuni più di altri. Chi pagherà di più a partire dal prossimo anno, tenendo conto delle aliquote che verranno introdotte (e quelle che invece salteranno)?

Nuovi scaglioni Irpef 2022

Da gennaio 2022 l’Irpef avrà una “struttura” diversa: non cambiano le modalità di applicazione ma diverso sarà il calcolo dell’imposta. Versamenti, tempi di recupero e pagamenti saranno essenzialmente gli stessi (salvo interventi di modifica dell’ultimo minuto), tuttavia gli scaglioni scenderanno da cinque a quattro, con nuove percentuali di reddito e nuove aliquote.

Ad essere eliminato è lo scaglione relativo all’applicazione dell’aliquota pari al 41%, restano invece gli altri quattro scaglioni, ovvero:

    23%

    25%

    35%

    43%.

La modifica, come già detto, interesserà anche le fasce di reddito. Nello specifico, la tassazione sarà così distribuita:

    aliquota del 23% per i redditi fino a 15mila euro;

    aliquota del 25% per i redditi tra 15mila e 28mila euro;

    aliquota del 35% tra 28mila e 50mila euro;

    aliquota del 43% oltre i 50mila euro.

Fino a 15 mila euro, invece, si procederà con un prelievo al 23% sulla parte eccedente la no tax area.