Contrabbando di sigarette dalla Grecia con l’aiuto di un finanziere, 7 misure cautelari a Bari

In Cronaca by Alessandro Triolo

La Guardia di finanza ha notificato questa mattina sette misure cautelari per il reato di contrabbando di sigarette provenienti dalla Grecia fino al porto di Bari. Tre le persone in carcere, altre tre agli arresti domiciliari e una con obbligo di dimora. Tra coloro si trovano in carcere anche un finanziere, Vincenzo Azzarello di 41 anni, che, in servizio al porto del capoluogo pugliese, avrebbe favorito l’organizzazione di contrabbandieri nell’eludere i controlli doganali in cambio di somme di denaro, tra i 10 mila e i 20 mila euro, e la promessa di un posto di lavoro per la moglie. Dalle indagini risulta che il finanziere avrebbe anche frodato lo stato ottenendo indebitamente dei bonus previsti dal decreto ‘Cura Italia 2020’ per falsi rapporti di lavoro legati a servizi di baby-sitting e bonus bici.