David Sassoli, brillante politico e giornalista

In Politica by Roberto Cristiano

David Sassoli era un essere umano speciale, perché ricopriva il suo ruolo con lo stesso identico approccio che adottava nella vita di tutti i giorni. La vicinanza sincera alle persone gli è stata restituita nell’abbraccio corale del minuto di silenzio e di applausi davanti alla sede di Bruxelles del Parlamento, dove si sono riuniti europarlamentari e cittadini comuni.

Garbo, gentilezza ed empatia hanno sempre contraddistinto parole e azioni di David Sassoli, confermano i suoi colleghi giornalisti e deputati. Caratteristiche da non confondere con la remissività: il sedicesimo presidente dell’Eurocamera conduceva fino in fondo le sue battaglie e non derogava ai suoi principi.

E’ indicativa la foto  in cui David Sassoli accoglie Giorgia Meloni, accennando a un inchino con la testa, ricambiato dalla leader di Fratelli d’Italia, che  oggi sembra la testimonianza storica di un momento inedito di confronto e rispetto istituzionale tra sinistra e destra, anche a livello europeo. Una foto che fa riflettere sullo stile politico del defunto presidente del Parlamento Ue, omaggiato di ricordi commossi anche da destra.

Era il 23 giugno del 2021, a Bruxelles, quando David Sassoli aveva accolto la Meloni nel suo giro europeo da neo presidente dei Conservatori e riformisti europei (Ecr), ed era scattato quel cenno rispettoso col capo da entrambi, leggero, istituzionale, sottolineato anche da un articolo del Corriere. Quella giornata, e quelle giornate, sono ritornate oggi nel ricordo che Giorgia Meloni ha fatto alla Camera, parlando di “un uomo serio, leale, perbene, di spessore, tratti non comuni ai politici di oggi”. Un uomo che da sinistra sapeva dialogare anche con la destra, senza barriere e pregiudizi, come ha spiegato la Meloni nella cerimonia di commemorazione a Montecitorio di David Sassoli.