Tensione Russia-Ucraina: Biden manda 3mila soldati nell’Europa dell’est

In Mondo by Eugenio Bernardo

Aumenta la tensione tra Russia e Stati Uniti d’America sul dossier Ucraina. A Mosca, che ha inviato navi da guerra e sottomarini nel Mediterraneo, risponde Washington con tremila militari da dispiegare ai confini ucraini. Secondo fonti dell’amministrazione americana Joe Biden ha dato il via libera al dispiegamento di 2mila soldati da Fort Bragg, nel North Carolina, in Polonia e in Germania e una parte di uno squadrone Stryker di circa mille militari di base in Germania in Romania.

John Kirby, portavoce del Pentagono, ha spiegato che i 3mila soldati Usa che verranno inviati nell’Europa dell’est fanno parte degli 8.500 entrati in stato di allerta e che nei prossimi giorni potrebbero esserci annunci di ulteriori spostamenti. “E’ importante mandare un forte segnale non solo a Putin ma al mondo”, ha detto, precisando che il Pentagono non sa “se la Russia abbia preso la decisione” di aggredire l’Ucraina, ma di certo ha la capacità di farlo”. Una prova di forza, quella americana in risposta alle iniziative russe, in attesa che le diplomazie possano giungere ad una risoluzione pacifica per evitare un conflitto nell’Europa dell’est.

L’Ucraina si prepara ad ogni possibile scenario nella crisi con la Russi anche se le truppe russe, come ha spiegato il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba in una conferenza stampa online con i giornalisti stranieri, “non sono sufficienti per un’invasione su larga scala”. Per le autorità ucraine Mosca non vorrebbe arrivare ad un conflitto ma solo destabilizzazione dell’Ucraina attraverso la minaccia di un uso della forza.