Covid: giudice Usa annulla obbligo mascherine mezzi pubblici

In Mondo by Luca Teolato

Un giudice federale degli Stati Uniti ha annullato l’obbligo della mascherina sui trasporti pubblici imposto dall’amministrazione del presidente Joe Biden. Il giudice distrettuale degli Stati Uniti, Kathryn Kimball Mizelle, del distretto centrale della Florida, ha affermato che la decisione supera l’autorita’ statutaria dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC). Il mandato che richiede di indossare mascherine su aeroplani, metropolitane, treni, autobus, taxi e altri mezzi di trasporto pubblico è stato recentemente prorogato dal CDC fino al 3 maggio a causa dell’aumento dei casi di coronavirus. 

Le compagnie aeree statunitensi e un certo numero di legislatori repubblicani hanno chiesto la fine dell’obbligo, che è stato emesso dal CDC il 3 febbraio 2021, poco dopo l’insediamento di Biden. Alla luce della decisione, la Transportation Security Administration (TSA), che gestisce la sicurezza negli aeroporti, non applichera’ le direttive “che richiedono l’uso della maschera sui trasporti pubblici e sugli snodi di trasporto in questo momento”, ha affermato un funzionario dell’amministrazione. Mizelle, una candidata dell’ex presidente repubblicano Donald Trump, ha emesso la sua sentenza in una causa intentata nel luglio 2021 da un’organizzazione conservatrice senza scopo di lucro chiamata Health Freedom Defense Fund e due querelanti individuali. Sebbene il pubblico abbia un “forte interesse” a combattere la diffusione del Covid, ha affermato il giudice, l’obbligo della mascherina “ha superato l’autorità statutaria del CDC” che “non ha spiegato adeguatamente le sue decisioni”. “Poiché il nostro sistema non consente alle agenzie di agire illegalmente anche nel perseguimento di fini desiderabili, la Corte dichiara illegale e revoca il mandato sulla mascherina”, ha affermato Mizelle in una sentenza di 59 pagine. Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha definito la sentenza una “decisione deludente”. “Il CDC continua a raccomandare di indossare una maschera nei trasporti pubblici”, ha affermato Psaki. Non ci sono stati commenti immediati da parte del Dipartimento di Giustizia, che potrebbe potenzialmente impugnare la sentenza.