Usa: Trump Jr. tramava per minare esito delle elezioni 2020

In Mondo by Luca Teolato

Il figlio maggiore dell’ex presidente americano Donald Trump, Donald Trump Jr., inviò una serie di messaggi di testo all’allora capo di gabinetto della Casa Bianca, Mark Meadows, presentandogli alcune idee che avrebbero potuto rovesciare l’esito delle elezioni presidenziali del 2020. Lo riferisce la Cnn. Già il 5 novembre di quell’anno, all’indomani della votazione che aveva visto prevalere Joe Biden, Trump Jr scriveva a Mewadows per condividere “idee per mantenre suo padre al potere, minando il processo decisionale del Collegio Elettorale”, riferisce la Cnn che cita materiale pervenuto nella disponibilità della commissione d’inchiesta sull’assalto al Congresso. “E’ una cosa semplicissima”, scriveva, “possiamo percorrere molte strade. Li controlliamo tutti”.