Putin all’occidente: Il gas si paga in rubli

In Economia, Mondo by Eugenio Bernardo

L’acquisto del gas dalla Russia dovrà essere pagato in rubli. Vladimir Putin ha ordinato al governo di emanare una direttiva che obblighi Gazprom a convertire in rubli tutti i pagamenti ricevuti per fornitura di gas con i “Paesi ostili”. La definizione riguarda i paesi che hanno adottato sanzioni verso la Russia per la guerra con l’Ucraina. Come riferisce il sito di Kommersant, fornire merci russe all’Ue e agli Stati Uniti e ricevere pagamenti in dollari ed euro “non ha alcun senso per noi”.

Questa scelta non dovrebbe incidere sulla fornitura di gas secondo i contratti precedentemente firmati da Mosca con paesi terzi. La Russia, avrebbe spiegato Putin, continuerà a fornire gas “in base ai volumi e secondo i principi di tariffazione conclusi nei contratti”. Le dichiarazioni del presidente della Russia hanno fatto registrare un lieve aumento nel cambio rublo-dollaro. La moneta russa si attesta a quota 100 sul dollaro anche se attenua la ‘svalutazione’ rispetto a quota 75 che precedeva il conflitto in Ucraina.