Mafia, 40 anni fa l’omicidio di Pio La Torre. Palermo lo ricorda

In Cronaca, Italia by Luca Teolato

Il 30 aprile 1982 veniva assassinato a Palermo Pio La Torre, deputato e segretario regionale del Pci siciliano. A morire insieme a lui sotto i colpi dei sicari di Cosa nostra c’era anche il suo autista e guardia del corpo Rosario Di Salvo. A decidere la sua eliminazione furono i vertici mafiosi corleonesi per punire chi si era battuto in prima linea contro la criminalità organizzata ed era diventato promotore della legge che introduceva il reato di associazione mafiosa nonché la confisca dei beni ai mafiosi. Per la sua morte, il 12 gennaio 2007, sono stati condannati 9 boss, fra cui Riina e Provenzano. Per ricordare il sacrificio i Pio La Torre, oggi dalle 9,30 alle ore 12,30 al Palazzo Reale di Palermo – Cortile Maqueda si avranno le relazioni di studenti italiani e interventi di rappresentanze istituzionali, politiche e dei familiari. La Cgil Palermo questa mattina alle 8.30 in via Li Muli, luogo dell’agguato, prenderà parte alla cerimonia di commemorazione e alla deposizione delle corone di fiori. Quindi parteciperà all’iniziativa organizzata per le ore 9.30 dal centro studi Pio La Torre presso il cortile Maqueda di palazzo Reale. Nel pomeriggio alle 16,30 all’Istituto Gramsci, all’iniziativa “Seminare legalità” di Cgil e Flai, Pio La Torre, sindacalista e dirigente del Pci, sarà ricordato in occasione della Quarta giornata della memoria dei sindacalisti uccisi dalla mafia.